Storia

Dal 1968

Impianto dei primi campi sperimentali

1971 - 2006

Consolidamento di "Laimburg" attraverso l'acquisizione di 7 ha di terreno agricolo confinante per la sperimentazione in frutticoltura

1972 - 73

Costruzione del magazzino sperimentale per la conservazione

1975

Istituzione ufficiale del "Centro per la Sperimentazione Agraria e Forestale Laimburg" con Legge Provinciale n° 53 del 3 novembre 1975

1977 - 79

Costruzione dei primi edifici del Centro per la Sperimentazione con la ristrutturazione della stalla esistente nell'azienda provinciale Laimburg

1978

Costruzione ex-novo del maso Mair am Hof a Teodone/Brunico per attività sperimentali nel campo delle colture arative e foraggere; acquisizione dell'azienda agricola Seeburg a Bressanone

1979

Inizio attività del laboratorio di chimica agraria

1980

Acquisizione dei masi ONC (di proprietà dello stato) a Freiburg/Merano e dell'azienda Ölleiten presso il lago di Caldaro, per prove sperimentali in frutti-viticoltura

1983

Acquisizione del maso Botta (oggi Maso Happach) per l'istituto agrario di Ora con gestione fino al 1990

1984

Costituzione della biblioteca

1989 - 90

Costruzione della cantina nella roccia

1990

Costruzione dell'azienda agricola a Oris in Val Venosta per prove sperimentali in orticoltura, colture arative e foraggicoltura; acquisizione del maso Binnenland dalla Provincia Autonoma di Trento

1993

Ampliamento della cantina provinciale

1994

Inizio della costruzione dei Giardini di Castel Trauttmansdorff

1995

Spostamento vicino all'autostrada della strada Vadena-Ora, che passava attraverso Laimburg

1995

Costituzione della Piscicoltura Provinciale Passer

1996 - 99

Ristrutturazione degli edifici della sede centrale Laimburg, del magazzino per la conservazione e costruzione dell'edificio per la sezione difesa delle piante

1997 - 99

Acquisizione di tutte le proprietà provinciali di interesse agricolo

2001

Inaugurazione dei Giardini di Castel Trauttmansdorff

2002

Inizio dei lavori diagnostici nel laboratorio di analisi biomolecolare e l'allestimento della collezione del germoplasma

2002 - 05

Acquisizione di 7 ha di terreno a Piccolongo (Piglon) e lavori di miglioramento (movimentati 3000 m³ di materiale di scavo) per l'impianto di vigneti e di un vivaio forestale

2003 - 04

Ampliamento della cantina nella roccia

2003 - 14

Accreditamento di alcuni laboratori del Centro di Sperimentazione Laimburg conformi ai requisiti dello standard ISO/IEC 17025

2005

Trasposizione nella prassi dell’innovativa tecnologia di conservazione della frutta in atmosfera controllata dinamicamente (DCA) sviluppata presso il Centro di Sperimentazione Laimburg

2010

Definizione del programma prioritario con quattro pilastri della ricerca 2010-2020

2011

Costruzione del Laboratorio per Aromi e Metaboliti ed inizio attività

2012

Inizio dei lavori per un nuovo laboratorio sull’areale dell’ex Maso Stadio; Termine degli scavi archeologici di un insediamento dell’età del Ferro. Tra i reperti si trovano dei vinaccioli di un età di 2.400 anni che sono tra le testimonianze più antiche della viticoltura in Alto Adige

2013

I Giardini di Castel Trauttmansdorff vengono premiati dal Garden Tourism Council di Toronto (Canada) con il titolo di “International Garden of the Year 2013”.

Il Centro di Sperimentazione Agraria e Forestale Laimburg diventa ente di diritto pubblico dipendente dalla Provincia Autonoma di Bolzano - Alto Adige

2014

Assunzione delle attività di coordinamento del settore Scienze alimentari del Parco Tecnologico NOI e avvio dei lavori

2015

La Giunta Provinciale dell’Alto Adige emana il “Piano di azione 2016-2022 per la ricerca e formazione nei settori dell’agricoltura montana e delle scienze alimentari”.

Avvio della riorganizzazione del Centro di Sperimentazione Laimburg