Spotlight

IL PROGETTO RE-CEREAL TRA I FINALISTI DEL REGIOSTARS AWARD 2018

Re Cereal

Re-Cereal, del quale è partner il Centro di Sperimentazione Laimburg (settore Agricoltura Montana), è l’innovativo progetto di ricerca trans-frontaliero per il recupero e la valorizzazione di cereali minori. Il progetto concorre nella categoria “Sostenere la transizione industriale smart” per il Regiostar Award 2018. Il vincitore verrà scelto dai cittadini. C’è ancora tempo fino al 7 ottobre per votare online uno dei 21 progetti finalisti.

Il progetto Re-Cereal è risultato finalista al RegioStars Award 2018! Questo premio è un importante riconoscimento promosso dalla Commissione Europea per dare visibilità e condividere le buone pratiche che hanno avuto un impatto positivo sul territorio e che possono essere poi fonte di ispirazione per altre Regioni europee. La premiazione si terrà il 9 ottobre a Bruxelles.

Il progetto Re-Cereal – coltivazione di cereali senza glutine

Il progetto Re-Cereal ha come obiettivo la promozione della coltivazione di cereali privi di glutine, come la segale, il miglio e l’avena. Il progetto trans-frontaliero vede la collaborazione tra Dr. Schär (Lead Partner), il centro di Sperimentazione Laimburg e una rete selezionata di partner, quali l’Università di Udine e di Innsbruck, nonchè l’impresa Kärntner Saatbau.

Grazie alle sinergie di competenze negli ambiti della genetica, della chimica, dell’agronomia e delle scienze alimentari, il progetto mira al recupero e alla valorizzazione della tradizione agricola delle regioni alpine, dove da sempre sono diffuse le colture tipiche dell’alta montagna (orzo, segale, avena, miglio, grano saraceno).

Già dal novembre del 2016 i partner lavorano all’insegna del miglioramento della qualità e della resa di avena, grano saraceno e miglio, ottimizzandone i metodi di coltivazione per favorirne una nuova diffusione nell’area di programma. I ricercatori del Centro di Sperimentazione Laimburg sono responsabili per la valutazione dei tratti genetici dei cereali, nonché dell’ottimizzazione delle pratiche coltivali. Per fare ciò selezionano le varietà, pianificano la semina e redigono dei protocolli per i sondaggi e le analisi in campo. In parallelo, particolare attenzione è dedicata allo sviluppo di processi di trasformazione e macinazione d'avanguardia in grado di preservare la ricchezza nutrizionale naturalmente presente nelle granelle. Lo sviluppo di metodi di analisi innovativi ha permesso di valutare celermente le diverse granelle e le farine ottenute anche dal punto di vista nutrizionale, oltre che da quello sensoriale e tecnologico.

Queste analisi hanno già permesso ai ricercatori di Re-Cereal di individuare le varietà più promettenti che, attraverso un piano di incroci mirati, consentiranno di ottenere selezioni con performance agronomica ottimale e dotate di caratteristiche tecnologiche, sensoriali e nutrizionali in grado di garantirne sia l’utilizzo da parte dell’industria alimentare che il gradimento dei consumatori.

Secondo gli esperti del progetto Re-Cereal, infatti, la reintroduzione di miglio, avena e grano saraceno nelle regioni alpine, in sostituzione o come alternativa a coltivazioni intensive di mais e frumento, potrebbe giocare anche un ruolo fondamentale nella corretta rotazione dei terreni, spesso impoveriti dalle monocolture. Il grano saraceno, ad esempio, è considerato dagli agronomi una "coltura di secondo raccolto" con molteplici proprietà positive: le sue numerose radici smuovono le zolle, ammorbidendo il terreno, mentre la sua rusticità ne facilita la coltivazione senza prodotti fitoterapici.

Il progetto Re-Cereal, candidato nella categoria 1 “Supporting smart industrial transition”, è stato selezionato come finalista tra ben 105 candidature, in quanto risponde a tutti e 4 i criteri di valutazione considerati:

  1. carattere innovativo del progetto,
  2. impatto del progetto in termini di obiettivi iniziali/impatti previsti,
  3. prevista sostenibilità finanziaria del progetto,
  4. possibilità di estrapolare buone pratiche del progetto per altre Regioni.

Al seguente link http://ec.europa.eu/regional_policy/en/regio-stars-awards/finalists_2018/cat1_fin5 si trova la procedura per il voto del pubblico.

Per ulteriori informazioni: https://www.re-cereal.com/it/

Il progetto Re-Cereal è finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020

Galleria immagini

RSS Feeds