Frutticoltura

Compiti del settore Frutticoltura  sono una ricerca di base e l'attività sperimentale destinata alla pratica agricola, in risposta ai molteplici quesiti posti dalla frutticoltura dell'Alto Adige. Al centro della ricerca stanno la selezione e l'esame delle nuove varietà, tecniche d'allevamento tendenti al risparmio sui costi di manodopera, la regolazione delle produzioni orientata al continuo miglioramento della qualità, l'impiego della concimazione e dell'irrigazione nel rispetto dell'ambiente,  nonché la risposta a diversi quesiti concernenti le tecniche della conservazione. Un occhio particolarmente vigile è rivolto ai metodi colturali ecologici. I risultati ottenuti sono messi a disposizione  dei consulenti e dei frutticoltori stessi, sotto forma di incontri d'aggiornamento e di pubblicazioni in numerose riviste scientifiche.

Contatto


Le esigenze di un mercato in frenetico cambiamento impongono l'adeguamento continuo dell'assortimento varietale, necessario per tenere il passo con la concorrenza.
L'esame delle varietà, provenienti da tutto il mondo, ne studia l'idoneità alla coltivazione in Alto Adige, al fine d'introdurre nuove selezioni nella nostra frutticoltura. Particolare attenzione si presta alla qualità dei frutti, alla conservabilità ed alle caratteristiche favorevoli delle piante.
Un apposito programma di selezione si propone di sviluppare varietà, che si adattino alle nostre esigenze in modo ottimale e che, per le caratteristiche dei loro frutti, incontrino il favore dei consumatori.
La conservazione e premoltiplicazione di cultivar di melo garantisce al vivaista ed al produttore materiale vivaistico controllato.
Punti principali:

  • Esame di nuove varietà di melo con e senza caratteristiche di resistenza, provenienti da programmi di selezione dei paesi più importanti per tale coltura.
  • Ricerche per ottenere materiale di base sano e di elevato valore pomologico, per la moltiplicazione di astoni certificabili.
  • Ricerche sulla biologia dei fiori e su impollinatori adatti.
  • Selezione di varietà autoctone con qualità intrinseca ottimale e caratteristiche adatte al mercato.
  • Impiego di nuovi metodi (biologia molecolare) in grado di abbreviare l'iter della selezione.
  • Esame di nuovi portinnesti del melo.

Informazioni su più di 70 varietà diverse di mele sul sito web di Pomosano (Link esterno).

Contatto


Una frutticoltura moderna mira a produzioni regolari della migliore qualità  a costi contenuti e contemporaneo rispetto dell'ambiente. La giusta forma d'allevamento e l'equilibrata potatura degli alberi permettono di sfruttare in modo ottimale la luce solare. Con una regolazione mirata della vigoria  e della carica produttiva è possibile ottenere raccolti regolari.

  • Esame di nuove forme e di nuovi sistemi d'allevamento delle piante in grado di sfruttare meglio la luce solare
  • Prove di potatura delle piante per migliorare la qualità dei loro frutti e frenarne la vigoria
  • Esame dei modi di procedere nel diradamento dei fiori e dei frutticini a garanzia di produzioni regolari con frutti di buona qualità
  • Ricerche sull'efficacia di misure correttive a carico della vigoria

Contatto


La resa e la produttività delle piante coltivate dipendono in misura decisiva dalla disponibilità di luce, d'acqua e di elementi nutritivi. A tale riguardo una loro disponibilità equilibrata è significativa non solo per ottenere prodotti qualitativamente pregiati, ma anche per limitare quanto più possibile l'inquinamento dell'ambiente.

  • Prove di pieno campo con sistemi irrigui ed intensità d'acqua differenti
  • Ricerche sull'efficienza di diversi concimi fogliari, nonché sulle relative influenze secondarie
  • Prove sull'efficacia di una migliore disponibilità di luce tramite riflessione su apposite striscie
  • Ricerche sull'influenza dell'ombreggiamento prodotto da reti antigrandine
  • Prove contro le gelate tardive con misure di difesa alternative

Contatto


La coltivazione biologica persegue lo scopo di produrre alimenti di qualità pregiata rinunciando ad impiegare in azienda prodotti chimici di sintesi. In Alto Adige è in aumento l'interesse per i metodi di produzione ecologica. Aziende provenienti da tutti i settori della produzione agricola, si spostano in misura crescente verso la coltivazione biologica. Un'attività sperimentale ed una consulenza orientate verso il settore pratico sostengono lo sviluppo di tali metodi colturali.

  • Prove intese a tenere a freno i principali organismi dannosi con prodotti e metodi consentiti per le colture biologiche.
  • Esame di varietà per conoscere se siano adatte alla coltura biologica.
  • Regolazione della produttività e garanzia della qualità senza far uso di fitoormoni.
  • Concimazione e pratiche colturali senza far ricorso ad erbicidi di sintesi ed a fertilizzanti minerali.
  • Consulenza ed aggiornamento dei produttori biologici.

Contatto


Nel clima montano a quote medie prosperano colture di piccoli frutti e drupacee d'ottima qualità. Esse aprono all'agricoltura di montagna prospettive nuove ed interessanti e, come possibilità di guadagno sussidiario, forniscono un contributo alla sopravvivenza economica dei masi agricoli di montagna. Premesse per tali prospettive sono varietà in grado d'adattarsi a condizioni climatiche e metodi colturali che tengano conto delle strutture esistenti.

  • Prove di varietà potenzialmente adatta per località di montagna a quote medie
  • Ricerca di combinazioni varietà-portainnesto appropriate, che si adattino alla coltura anche in zone situate relativamente ad alta quota
  • Ricerca di tecniche colturali efficienti
  • Consulenza per la scelta varietale e la gestione delle colture

Contatto