Piano d'azione agricoltura montana e scienze alimentari

 

Facts & Figures

  • 14collaboratrici e collaboratori scientifici sono state assunte grazie al Piano d’azione nel Centro di Sperimentazione Laimburg.
  • 56progetti sono stato attuati al Centro di Sperimentazione Laimburg, di cui 9 conclusi e 47 in corso.
  • 72campi sperimentali sparsi su tutto il territorio altoatesino sono gestiti dal settore Agricoltura Montana in 37 progetti.

 

Piano d’azione per l’agricoltura montana e le scienze alimentari

Il "Piano d'azione per la ricerca e la formazione in agricoltura montana e scienze alimentari", deliberato dalla Giunta della Provincia Autonoma di Bolzano – Alto Adige nel settembre del 2015, è iniziato nel 2016 e proseguirà fino al 2022. L'obiettivo del piano d'azione è quello di accompagnare scientificamente l'ampia gamma di prodotti dell'agricoltura di montagna altoatesina non solo durante la loro produzione, rendendoli più competitivi, ma anche durante la loro trasformazione in prodotti tipici di alta qualità. Nel settore dell'agricoltura montana, il lavoro si concentra su carne, latte, frutta e verdura, piccoli frutti e drupacee, come anche cereali e piante aromatiche; nel settore alimentare su speck, wurstel, marmellate, succhi, distillati, birra, farina e prodotti da forno.   Il Centro di Sperimentazione Laimburg e la Libera Università di Bolzano, affiancati da altre istituzioni del panorama dell'agricoltura altoatesina, hanno ricevuto l'incarico di implementare il piano d’azione.  Grazie ad esso, nel Centro di Sperimentazione Laimburg si sono potuti ricoprire 15 nuovi posti di lavoro per ricercatori e tecnici, estendere quindi progetti e attività esistenti, nonché avviarne di nuovi:

Progetti

In seguito una selezione di progetti su cui si è lavorato e si sta lavorando nell'ambito del piano d'azione:

Piccoli Frutti e Drupacee

Il gruppo di lavoro Piccoli Frutti e Drupacee è stato in grado di allestire impianti pilota per diverse colture complementari, come ad esempio la nocciola. Ciò al fine di fornire informazioni utili su varie questioni colturali riguardanti la selezione varietale, i sistemi di allevamento e la cura degli impianti. Anche la coltivazione del castagno europeo e le problematiche fitosanitarie ad esso legate (cidia del castagno, fersa del castagno, fungo Gnomoniopsis) sono ora in fase di sperimentazione. Le nuove coltivazioni complementari (nocciola, mini kiwi, mirtillo siberiano, olivello spinoso, amelanchier, ecc.) possono essere testate grazie alle nuove risorse, per verificarne l'idoneità alla coltivazione in Alto Adige. Insieme alla Fondazione Edmund Mach (TN) e alla Fondazione Fojanini (SO), è stato avviato anche un confronto tra i nuovi portinnesti di ciliegio dolce per la media montagna.

Colture Arative e Piante Aromatiche

Il gruppo di lavoro Colture Arative e Piante Aromatiche è ora in grado di effettuare prove varietali mirate sull'avena per fornire alla rete "Regiokorn" un ulteriore cereale per la produzione di pane regionale, ampliando di conseguenza la gamma dei prodotti. Inoltre, sono state avviate delle sperimentazioni anche nella coltivazione delle erbe, poiché la scelta della varietà più adatta alle regioni montane è un importante prerequisito per la produzione di prodotti erboristici di alta qualità.

Orticoltura

Foraggicoltura

Trasformazione dei Prodotti Ortofrutticoli


Fermentazione e Distillazione

Il piano d'azione ha permesso, tra l'altro, di sostenere la produzione di birre regionali. A tal fine sono attualmente in fase di sperimentazione dieci diverse varietà d’orzo da birra per verificarne l'idoneità alla produzione. Inoltre, il gruppo di lavoro Fermentazione e Distillazione sta conducendo uno studio di fattibilità per la creazione e la gestione di un servizio di maltaggio adeguato alle esigenze dell'Alto Adige.

Eventi

Nell’ambito del Piano d’azione agricoltura montana e scienze alimentari, il Centro di Sperimentazione Laimburg organizza una serie di eventi per trasmettere le proprie conoscenze e scoperte direttamente alla prassi agricola e alla realtà produttiva industriale locale, nonché per formare studenti e docenti delle scuole professionali e dell’università. Le date attuali possono essere trovate nel nostro calendario.

 

Contatto