Agricoltura montana

L'agricoltura montana è la principale fonte di reddito per molte famiglie di agricoltori. Oltre a  produrre alimenti, gli agricoltori di montagna assolvono l'importante compito di tutelare il territorio. Esso, a sua volta, svolge una funzione ricreativa e rappresenta una colonna portante del turismo locale. Il settore di Agricoltura montana svolge ricerca applicata sui diversi temi dell’agricoltura di montagna. Tra essi si annoverano la ricerca di varietà adatte alle zone di montagna, l’ottimizzazione delle tecniche colturali (prati, pascoli, mais da trinciato) dal punto di vista agronomico ed ecologico, la messa a punto di miscugli di sementi per la foraggicoltura, ma anche la salvaguardia delle risorse fitogenetiche locali nel campo dei cereali.

Le nicchie climatiche ed ecologiche delle zone di montagna e la conseguente variabilità del periodo vegetativo costituiscono inoltre una chance per la creazione di nicchie produttive. Nuovi progetti interdisciplinari hanno come obiettivo l’elaborazione di basi scientifiche per l’identificazione e l’utilizzo di queste nicchie (cereali, ortaggi) e l’attivazione e il sostegno delle filiere locali.

Per poter calcolare velocemente e gratuitamente la qualità potenziale del proprio foraggio è a disposizione il sito del progetto WebGras

Contatto


Il clima favorevole delle zone d'alta quota, soprattutto in estate, rende possibile la coltivazione di ortaggi d'ottima qualità, molto apprezzati dai consumatori. Ciò crea un posto fisso per l'orticoltura da pieno campo nell'agricoltura dell'Alto Adige.
In prove orientate alla pratica agricola si esaminano continuamente nuove varietà delle colture orticole più importanti. Cosí è possibile adeguarsi alle mutevoli esigenze del mercato. Nella gestione della coltura si persegue una coltivazione quanto piú possibile rispettosa dell'ambiente, che porti al consumatore prodotti sani e di qualità pregiata.

  • Prove varietali sulle colture orticole più importanti in Alto Adige
  • Prove di concimazione ottimale secondo le necessità
  • Ricerche su temi di tecnica d'impianto, conduzione delle colture e misure colturali
  • Prove di coltivazione biologica degli ortaggi
  • Assistenza e consulenza tecnico-scientifica a cooperative ed aziende private

Contatto


Foraggicoltura

Nelle aree di montagna i prati e i pascoli non solo forniscono il foraggio di base per l’alimentazione del bestiame, ma costituiscono anche un serbatoio genetico per flora e fauna e forniscono funzioni ricreative e paesaggistiche per l'uomo. Le pratiche colturali devono costituire la base per una produzione di foraggio sostenibile e coerente con le caratteristiche ecologiche del sito e per un’alimentazione rispettosa del benessere animale.

  • Prove varietali per piante foraggere
  • Messa a punto ed esame di miscugli di semente per prati permanenti
  • Gestione sostenibile di prati e pascoli
  • Produzione e dinamica vegetazionale
  • Concimazione e bilancio dei nutrienti
  • Stima della qualità del foraggio
  • Danni da siccità in relazione all’intensità gestionale
  • Prevenzione e controllo delle malerbe in pascoli
  • Ottimizzazione del carico animale in alpeggio
  • Costi della produzione di foraggio in ambiente montano

Contatto



Zootecnia

La produzione di latte è il settore economico più importante per l'agricoltura montana. Un allevamento rispettoso del benessere animale e soprattutto un'alimentazione equilibrata sono le premesse per la salute degli animali e per ottenere alimenti di qualità. I foraggi prodotti direttamente in azienda rivestono un ruolo importante a tale riguardo. Il settore Zootecnia fornisce un input tecnico irrinunciabile per la pianificazione, conduzione ed interpretazione degli esperimenti in ambito foraggero.

  • Importanza delle procedure di preparazione dei foraggi di base per l'alimentazione delle bovine da latte
  • Gestione e trattamento dei reflui zootecnici e bilanciamento dei nutrienti
  • Prove varietali per il mais da trinciato

Contatto


Colture arative

Le colture arative in aree montane non sono solamente un elemento che arricchisce il paesaggio, bensì forniscono preziose materie prime per l’alimentazione umana (cereali), che rappresentano interessanti produzioni di nicchia per l’integrazione del reddito aziendale.
Particolare attenzione è prestata alle varietà locali dei cereali: la raccolta sistematica dei genotipi esistenti sul territorio contribuisce a salvaguardarne la variabilità genetica per i posteri. Parallelamente, le caratteristiche di queste varietà locali vengono studiate per ricercare nuovi impieghi in agricoltura e conservare in tal modo la loro coltivazione in loco.

  • Prove varietali con cereali panificabili e orzo da birra
  • Ottimizzazione della tecnica colturale di cereali 
  • Raccolta sistematica delle varietà locali di cereali, conservazione ex situ (banca del germoplasma), caratterizzazione fenotipica ed agronomica nonché ricerca di nuove possibilità di utilizzo (prodotti locali)
  • Partecipazione alla rete di sostegno alla filiera cerealicola locale

Contatto



Piante aromatiche

Negli ultimi anni l´interesse per le piante officinali e aromatiche è cresciuto notevolmente. Ciò è reso evidente anche dal fatto che nelle aree collinari e montane dell'Alto Adige la coltivazione di piante aromatiche ha raggiunto uno sviluppo tale da rappresentare per gli agricoltori un'interessante fonte di reddito complementare o addirittura quella principale. Per le aziende agricole di montagna si aprono quindi nuove prospettive, che possono contribuire a garantirne la sopravvivenza economica.

Lo scopo del settore Colture Alternative è di trasmettere al coltivatore il know-how  necessario, sia dal punto vista teorico che da quello pratico, e di favorire la diffusione di conoscenze specialistiche innovative. In questo modo può essere creato il presupposto per ottenere in Alto Adige una produzione di prodotti biologici di alta qualità che consentano una commercializzazione continua nel tempo, al fine di garantire alle aziende un reddito adeguato. La scelta delle varietà e dei siti di coltivazione più idonei, l'ottimizzazione delle tecniche agronomiche, l'essiccazione e la lavorazione professionale del materiale vegetale sono la premessa per la creazione di prodotti di alta qualità.

  • Prove di coltivazione di differenti specie di piante officinali ed aromatiche
  • Studio della qualità del prodotto e delle sostanze contenute
  • Studio delle tecniche agronomiche di coltivazione e delle cure colturali
  • Concimazione, lotta alle malerbe e aspetti fitosanitari nell'ambito della coltivazione biologica
  • Assistenza e consulenza tecnico-scientifica ai coltivatori

Contatto